paperproject.it logo
Ilaria Valentinuzzi

Ilaria Valentinuzzi

Il diario di Non si dice Piacere:
Benessere - Bon Ton

Sono stata la classica adolescente che scriveva:

diari segreti, Smemorande, cartoline, lettere all’amica di penna, infinite Chat su Messenger, bigliettini che regolarmente la Prof intercettava, lettere di scuse post- litigate con amiche, genitori e fidanzati. Poi è arrivato il momento delle mail, della tesi, dei biglietti di auguri ai matrimoni, ma soprattutto del Blog. E si salvi chi può. Addio riflessioni, recensioni e scrivere in prima persona. Poi è arrivata Chiara. Con un’idea, un progetto e l’offerta di far parte di una scuderia come Paper Project. Ho fatto la ruota come un pavone. Sia per il mio spiccato egocentrismo sia perché felice che la mia battaglia personale contro il cattivo gusto sia sposata anche da altri. Non ho paura delle sfide altrimenti non avrei aperto il mio Blog Non si dice piacere – “La moda passa, lo stile resta” due anni fa. Non mi sarei mai immolata nella nobile causa delle buone maniere. Non avrei dispensato nessun consiglio ironico per debellare il cattivo gusto. Perché sono convinta che esistono piccole cose in grado di fare la differenza. Il tema del blog è nato con me. Mi rappresenta. Saranno i 16 anni dalle Suore Orsoline, sarà che sono cresciuta con “vestivamo alla marinara” e “L’arte del saper vivere” di Donna Letizia sul comodino, sarà che per il mio tredicesimo compleanno ho chiesto come regalo l’abbonamento a Vogue. In fondo, c’è chi ama sport faticosi e chi ama “sfogliare”. Chi collezionava le figurine Panini e chi la collezione moda di Benetton per Barbie (ve la ricordate?). Chi colleziona uomini e chi, come me, scarpe. Perché sono l’antidepressivo più potente che ci sia per una donna. Il Diario di Non si dice piacere vuole essere un giusto mix di moda e modi. Perché un diario lo tengo da sempre anche se è dal 1996 che non lo aggiorno. Ed è anche il caso di ricominciare con la vita da “Blogger di Non si dice piacere”. Quindi, in sintesi:  Mi chiamo Ilaria, ho 15+15+1 (perché affronto sempre con grande serenità e maturità il fatto che gli anni passino) sono una Milanese DOC, della specie “Milan l’è un gran Milan”. Mi sono laureata in Storia dell’Arte, convertendomi poi al Marketing. Amo New York, che ho lasciato per un amore ancora più grande. Quello con la A maiuscola. Se poi avete altre curiosità: scrivemi, twittatemi, facebookatemi, ma sappiate che sono un attimo prolissa.
  • Topic

  • 1
  • 2

Post Recenti

Carica altri post ...