paperproject.it logo

Paola Annoni

Appunti di scusateiovado:
Tempo Libero - Cultura
Ogni volta che devo scrivere una bio è panico: padre comasco, madre spagnola, adottata da Parma.

Alla ricerca disperata di radici e di un’identità. Forse per questo motivo sono in viaggio mi sento a mio agio, ma detesto la definizione “cittadina del mondo”.

Nel 2012 ho mollato un lavoro convenzionale come Spa Manager per poter calmare l’infinita voglia di viaggiare che ho dentro praticamente da sempre. E da allora non mi sono più fermata.

Sono una grande appassionata di cibo asiatico (ho assaggiato praticamente qualsiasi cosa trovata su una bancarella) e di vino italiano, e mi piace sempre chiedere “qual è il cibo che mangeresti per sempre se ne dovessi scegliere solo uno?” Per capire chi ho davanti.

Drogata di serie tv in lingua originale (da cui mi sono appassionata di accenti americani), di libri di viaggio che mi tengono buona quando in viaggio non ci sono io.

Profondamente innamorata dell’Asia, ma adoro viaggiare negli Stati Uniti che sto girando in lungo ed in largo facendo tappa in quasi tutti gli stati.

Nel 2012, sono stata “blinded by the light” e adesso non posso più vivere senza Bruce Springsteen. Sin da piccola mi è stata appioppata l’etichetta di “avvocato delle cause perse”, non sopporto la maleducazione e le ingiustizie. Sogno un mondo meritocratico

Vuoi scatenare una discussione con me? Dimmi che il Grana ed il Parmigiano sono uguali. Scrivo di viaggi perché non c’è nulla che mi renda più felice e mi faccia sentire me stessa. A parte viaggiare, ovviamente.

  • Topic

  • 1
  • 2

Post Recenti